Home ›› Sanità ›› Documenti - Volantini

Documenti - Volantini

SCIOPERO GENERALE DI TUTTI I LAVORATORI DELL’ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI di Bologna giovedì 19 e venerdì 20 Maggio 2016

Se l’Amministrazione IOR tace…. e qualche prepotente e senza scrupoli pensa di poter fare della nostra vita e del nostro lavoro ciò che vuole…
Si sta sbagliando!
Noi lotteremo, finché ci sarà possibile, per difendere la nostra dignità, di lavoratori ma anche di esseri umani.

PER QUESTO ABBIAMO DICHIARATO...
(insieme a NURSIND e FIALS)

48 ORE DI SCIOPERO GENERALE DI TUTTI I LAVORATORI DELL’ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI dalle ore 24 di Mercoledì 18 maggio alle ore 24 di Venerdì 20 maggio

PER LA LEGALITÁ E LA TRASPARENZA
CONTRO TUTTE LE ILLEGITTIMITÁ

Sciopero di tutti i lavoratori del Comparto Sanità dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna

Dalle ore 24,00 di Giovedì 21 Aprile 2016
alle ore 24,00 di Venerdì 22 Aprile 2016.

Le ragioni dello sciopero sono le numerose illegittimità e la mancanza di trasparenza all'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, diretto dal Dott. Francesco Ripa Di Meana

COBAS Pubblico Impiego - SANITÀ ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI BOLOGNA - cobasrizzoli@gmail.com

Sabato 16 aprile iniziativa Cobas PI Sanità a Roma

FONDI CONTRATTUALI NEL COMPARTO SANITÁ
USO, ABUSO E GESTIONE

PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE CON PREAVVISO DI SCIOPERO GENERALE DI TUTTI I LAVORATORI DELL’ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI DI BOLOGNA

Le organizzazioni sindacali COBAS Pubblico Impiego Sanità, NURSIND e FIALS hanno comunicato oggi al Direttore Generale dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, Dott. Francesco Ripa Di Meana, lo stato di agitazione con preavviso di sciopero per le illegittimità e la mancanza di trasparenza all’Istituto Ortopedico.

Accordo residui dei fondi 2014 a tutti i lavoratori del Rizzoli

GRAZIE ALLA PROPOSTA DA NOI STUDIATA E PRESENTATA

e grazie alla firma di approvazione

da parte delle altre sigle sindacali

e preso atto che anche la CISL, dopo un primo momento di sbandamento

- ma poi messa con le spalle al muro perchè non poteva fare altrimenti !-

ha firmato, vantandosi con i lavoratori di una proposta non sua !

e che anzi aveva, addirittura, osteggiato!

 

Incontro formativo a Bologna.

SABATO 28 NOVEMBRE 2015
ore 10,30 - 12,00...

Istituto Ortopedico Rizzoli Bologna

incontro formativo con gli avvocati
ZANGRILLI (Diritto del lavoro) e ARTELLI (Diritto Penale)

PROCEDIMENTI DISCIPLINARI: come prevenirli e come difendersi
A COSA VADO INCONTRO SE...: responsabilità penale in ambito sanitario

La mobilitazione per l'ospedale Serristori di Figline Valdarno (FI)

Grande partecipazione alla fiaccolata di ieri 30 ottobre organizzata dai Cobas e dal Comitato Salvare il Serristori contro lo smantellamento dell'ospedale di Figline Valdarno (FI)

VALDARNOPOST: 1500 fiaccole illuminano la città.

TGVALDARNO: Attacco alla sindaca Mugnai

OSPEDALE SERRISTORI

AI NASTRI DI PARTENZA LA MANIFESTAZIONE PER DIFENDERE L’OSPEDALE DALLO SMANTELLAMENTO IN ATTO. PRIME ADESIONI DELLA SOCIETA’ CIVILE A SOSTEGNO DELLA MANIFESTAZIONE .COSTITUITA LA CABINA DI REGIA PER LA FIACCOLATA DEL 30 OTTOBRE INDETTA DAI COBAS A DIFESA DELLA SANITA’ PUBBLICA, DEL DIRITTO ALLA SALUTE PER UN VERO RILANCIO E POTENZIAMENTI DELL’OSPEDALE. GIU’ LE MANI DAL SERRISTORI questo è lo slogan scelto per aprire la manifestazione pubblica e che con uno striscione starà alla testa della FIACCOLATA

GIU’ LE MANI DALL' OSPEDALE SERRISTORI di Figline Valdarno

I COBAS CHIAMANO LA SOCIETA’ CIVILE E I CITTADINI A DIFENDERE L’OSPEDALE DALLO SMANTELLAMENTO IN ATTO. LA SOCIETA’ CIVILE RISPONDE E VIENE ISTITUITA UNA CABINA DI REGIA PER UNA FUTURA MANIFESTAZIONE A DIFESA DELLA SANITA’ PUBBLICA E DEL DIRITTO ALLA SALUTE.

La prossima settimana sarà presentato un documento dai COBAS a tutto l’associazionismo da far condividere, il 9 ottobre assemblea dei COBAS all’Ospedale Serristori e a fine ottobre il via ad una FIACCOLATA cittadina.

 

I COBAS hanno convocato, insieme alla CUB, all’USI e all’ADL Cobas, lo sciopero generale di tutto il lavoro dipendente, pubblico e privato, per l’intera giornata di venerdì 14 novembre. Insieme a noi promuoveranno lo sciopero, rendendolo generalizzato e sociale, anche numerose strutture dei Centri sociali e del territorio, comitati e coordinamenti dei precari, organizzazioni studentesche nazionali e locali.

Vogliamo coinvolgere nello sciopero – e nelle manifestazioni che si svolgeranno nelle principali città – anche parti significative del piccolo lavoro “autonomo”, schiacciato dalla crisi almeno quanto quello dipendente, i giovani delle partite IVA e delle decine di tipologie di precariato, e pure chi non può scioperare nelle forme tradizionali, chi non ha neanche un contratto o che addirittura lavora gratuitamente.

Continua

Anche se a tutt'oggi non è stato firmato il decreto che proroga il blocco dei contratti dei dipendenti pubblici non c'è da sperare in una ripresa della contrattazione nazionale, considerato che manca completamente la copertura finanziaria. Scatta quindi da aprile la corresponsione dell'indennità di vacanza contrattuale?
Dal punto di vista prettamente giuridico SI, eppure con il Dl 98/2011 il legislatore ha demandato all'emanazione di uno o più regolamenti per la proroga fino al 31/12/2014 di tutte le norme che limitano i trattamenti economici dei dipendenti della PA oltre che per la revisione delle modalità di calcolo dell'indennità di vacanza contrattuale.
Tirando le fila quindi, allo stato attuale non ci sono norme che vietano la corresponsione dell'indennità nello stipendio di aprile, eppure si paventa l'ipotesi dell'emanazione del regolamento in questione oltre la data di chiusura degli stipendi, con la conseguenza di dover recuperare nello stipendio di maggio le somme liquidate.

Continua