Home ›› Sanità ›› Documenti - Volantini

Documenti - Volantini

SCIOPERO DI TUTTI I LAVORATORI DEL COMPARTO DELL’ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI DI BOLOGNA

Dalle ore 24 di giovedì 20 luglio

alle ore 24 di venerdì 21 luglio

Abbiamo proclamato lo sciopero di 24 ore di tutti i lavoratori del Comparto Sanità dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna per:

Presidio il 29 aprile contro lo smantellamento di pediatria dell'ospedale SERRISTORI di Figline Valdarno (FI)

L'assemblea che si è tenuta in piazza Marsilio Ficino ha visto la presenza dei Cobas, del sindaco di Figline Incisa Giulia Mugnai, del Comitato Salvare il Serristori e del Calcit del Valdarno fiorentino.

Insieme per la salute in ogni paese in Europa

7 APRILE 2017

Per il diritto alla salute e alla sanità pubblica, anche in Toscana come COBAS P.I. partecipiamo alla mobilitazione del 7 aprile a Firenze

Ore 16:00 CONCENTRAMENTO piazza Duomo, davanti sede della Presidenza della Regione Toscana

Ore 16:30 CORTEO sino a Piazza San Lorenzo

Ore 17:00 INTERVENTI con la partecipazione di esponenti politici, sindacali, comitati territoriali, associazioni, ecc.

Ore 19:00 SPETTACOLO TEATRALE Il matto, la crisi e la luna ” a cura del gruppo teatrale “Fra(m)enti di luna verde”

Ore 20:00 MUSICA DAL VIVO

#healthforall - #salutepertutt@ -# santèpourtous

https://www.facebook.com/groups/825461600860734/

Iniziativa Cobas PI Sanità a Fidenza (PR)

REVOCATO LO SCIOPERO GENERALE DEL 19 E 20 MAGGIO ALL'ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI

CONFERENZA STAMPA DI COBAS PUBBLICO IMPIEGO, NURSIND E FIALS

Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna

Mercoledì 11 maggio 2016

La conferenza stampa di oggi è stata indetta dalle organizzazioni sindacali COBAS Pubblico Impiego Sanità, Nursind e Fials, per due motivi:

· revocare lo sciopero generale di due giorni di tutti i lavoratori dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, proclamato dalle suddette organizzazioni sindacali per giovedì 19 e venerdì 20 maggio;

 

I COBAS hanno convocato, insieme alla CUB, all’USI e all’ADL Cobas, lo sciopero generale di tutto il lavoro dipendente, pubblico e privato, per l’intera giornata di venerdì 14 novembre. Insieme a noi promuoveranno lo sciopero, rendendolo generalizzato e sociale, anche numerose strutture dei Centri sociali e del territorio, comitati e coordinamenti dei precari, organizzazioni studentesche nazionali e locali.

Vogliamo coinvolgere nello sciopero – e nelle manifestazioni che si svolgeranno nelle principali città – anche parti significative del piccolo lavoro “autonomo”, schiacciato dalla crisi almeno quanto quello dipendente, i giovani delle partite IVA e delle decine di tipologie di precariato, e pure chi non può scioperare nelle forme tradizionali, chi non ha neanche un contratto o che addirittura lavora gratuitamente.

Continua

Anche se a tutt'oggi non è stato firmato il decreto che proroga il blocco dei contratti dei dipendenti pubblici non c'è da sperare in una ripresa della contrattazione nazionale, considerato che manca completamente la copertura finanziaria. Scatta quindi da aprile la corresponsione dell'indennità di vacanza contrattuale?
Dal punto di vista prettamente giuridico SI, eppure con il Dl 98/2011 il legislatore ha demandato all'emanazione di uno o più regolamenti per la proroga fino al 31/12/2014 di tutte le norme che limitano i trattamenti economici dei dipendenti della PA oltre che per la revisione delle modalità di calcolo dell'indennità di vacanza contrattuale.
Tirando le fila quindi, allo stato attuale non ci sono norme che vietano la corresponsione dell'indennità nello stipendio di aprile, eppure si paventa l'ipotesi dell'emanazione del regolamento in questione oltre la data di chiusura degli stipendi, con la conseguenza di dover recuperare nello stipendio di maggio le somme liquidate.

Continua