Home ›› NOTIZIE

NOTIZIE

Dai un contributo ai progetti internazionali, sociali e culturali dei Cobas

Dai il 5 X 1000

all' Associazione Azimut
Codice Fiscale 97342300585

 

Sito Azimut

Renzi e la Funzione Pubblica se la prendono con le assenze per motivi di salute.

A colpi di decreti legislativi hanno bloccato i contratti nazionali e decentrati, distrutto diritti acquisiti nel corso degli anni. I sindacati firmatari dei contratti, da 20 anni a questa parte si sono occupati solo di sottoscrivere accordi nazionali a perdere e riservando alla contrattazione decentrata la sola discussione sulla composizione del fondo che nei fatti viene decisa dalla controparte lasciandoci esigui spazi di manovra. Tutte le altre questioni sono finite nel dimenticatoio o scientemente cancellate, dalle materie (sempre più ridotte) oggetto di contrattazione ai processi di privatizzazione, alla sostituzione della contrattazione con la concertazione prima e la mera informazione poi.

In questi scenari l'attacco ai lavoratori pubblici ha avuto gioco facile.

ESISTE UNA CONTRATTAZIONE SINDACALE NEGLI ENTI LOCALI E NELLA SANITA’?

 

I contratti nazionali sono bloccati da 5 anni, per cui anche nel 2014 non ci sarà il rinnovo del contratto collettivo nazionale. Ferma perfino la indennità di vacanza contrattuale al livello di 4 anni fa, eppure avrebbe dovuto aumentare in proporzione al prolungamento della vacanza contrattuale . Esiste in tutto questo la consapevole colpa dei soliti confederali che hanno permesso alla politica di occupare gli spazi riservati alla contrattazione collettiva, e questa a colpi di decreti legislativi ha bloccato tutto.

La Cassazione dà torto alla Provincia di Pisa e assolve i colossi bancari e a pagare saranno cittadini e lavoratori

Anno 2007: la Provincia di Pisa vuole rinegoziare il suo debito, acquista derivati pensando così di risparmiare 400 mila euro in 20 anni . Ma affidarsi alla speculazione finanziaria è sempre fonte di sventura e cosi' la Provincia si troverà a pagare milioni di Euro, anche fino a 10 milioni. Ma cosa sono i derivati ? Delle scommesse azzardate frutto della speculazione finanziaria.

Volete un esempio? E' possibile creare un derivato sulla possibilità che in una certa città a febbraio nevichi. Io scommetto che nevicherà, la mia controparte scommette il contrario e domani vedremo chi dovrà pagare. Il nome, derivati, viene proprio da questo fatto: tutti i derivati hanno un valore che “deriva” da qualcos’altro.

IL NOSTRO “BENVENUTO” AL MINISTRO D'ALIA IN VISITA A PISA

 

Il Ministro D'Alia sarà nella nostra città il 3 febbraio – alla Camera di Commercio – per una conferenza sulla semplificazione amministrativa.

 

Vogliamo dare il benvenuto al Ministro con una semplice domanda/riflessione:

 

LUNEDI’ PROSSIMO 25 NOVEMBRE GLI ASILI NIDO E LE SCUOLE DELL’INFANZIA DI PISA SCIOPERANO PER L’INTERA GIORNATA!!!

Una scelta difficile ma ineluttabile

Anche il Comune di Pisa in linea con l’Europa e con il Governo Nazionale prosegue con le politiche di esternalizzazione dei servizi, anche quelli più delicati, come i servizi educativi alla prima infanzia, contribuendo allo smantellamento in atto dei servizi pubblici a partire dalla sanità, dalla scuola, ecc…..” e partendo , come sempre, dai più deboli .

PERCHE’ SI SCIOPERA?

I COBAS hanno convocato, insieme alla CUB, all’USI e all’ADL Cobas, lo sciopero generale di tutto il lavoro dipendente, pubblico e privato, per l’intera giornata di venerdì 14 novembre. Insieme a noi promuoveranno lo sciopero, rendendolo generalizzato e sociale, anche numerose strutture dei Centri sociali e del territorio, comitati e coordinamenti dei precari, organizzazioni studentesche nazionali e locali.

Vogliamo coinvolgere nello sciopero – e nelle manifestazioni che si svolgeranno nelle principali città – anche parti significative del piccolo lavoro “autonomo”, schiacciato dalla crisi almeno quanto quello dipendente, i giovani delle partite IVA e delle decine di tipologie di precariato, e pure chi non può scioperare nelle forme tradizionali, chi non ha neanche un contratto o che addirittura lavora gratuitamente.

Continua

Anche se a tutt'oggi non è stato firmato il decreto che proroga il blocco dei contratti dei dipendenti pubblici non c'è da sperare in una ripresa della contrattazione nazionale, considerato che manca completamente la copertura finanziaria. Scatta quindi da aprile la corresponsione dell'indennità di vacanza contrattuale?
Dal punto di vista prettamente giuridico SI, eppure con il Dl 98/2011 il legislatore ha demandato all'emanazione di uno o più regolamenti per la proroga fino al 31/12/2014 di tutte le norme che limitano i trattamenti economici dei dipendenti della PA oltre che per la revisione delle modalità di calcolo dell'indennità di vacanza contrattuale.
Tirando le fila quindi, allo stato attuale non ci sono norme che vietano la corresponsione dell'indennità nello stipendio di aprile, eppure si paventa l'ipotesi dell'emanazione del regolamento in questione oltre la data di chiusura degli stipendi, con la conseguenza di dover recuperare nello stipendio di maggio le somme liquidate.

Continua