Home ›› Enti Locali, Ministeri e Agenzie Statali ›› Documenti - Volantini Università ›› Adesione dei Cobas all'assemblea per l'Università bene comune

Adesione dei Cobas all'assemblea per l'Università bene comune

Nel comunicare la propria convinta adesione all’Assemblea nazionale per l' Università bene comune , che si terrà a Bologna sabato 24 marzo 2012 , Cobas Università vuole portare all’attenzione dell’Assemblea i problemi che recenti e meno recenti disposizioni legislative stanno creando anche sul Personale che fornisce i servizi amministrativi, tecnici, bibliotecari e socio-sanitari.

La modifica degli Statuti in base alla Legge 240/2010 o Legge Gelmini, ha fortemente diminuito e in alcuni casi annullato, le Rappresentanze del Personale negli Organi di Governo e nelle Strutture.

In particolare, si denunciano l’assenza di rappresentanti nei Consigli delle Scuole, la diminuzione nei Consigli di Dipartimento, l’impossibilità di scegliere il proprio rappresentante nel Consiglio di Amministrazione.
Questo aspetto è particolarmente grave, poiché il Personale universitario ha da sempre pochissima possibilità di intervenire sulle decisioni gestionali e sulla politica generale degli Atenei , ed in tal modo questo potere viene ridotto pressoché a zero.
Il blocco del turn-over ha portato gli Atenei a scelte particolarmente penalizzanti per alcuni settori già storicamente deboli, quali le Biblioteche ed i servizi Socio-sanitari.
Il rischio di una progressiva esternalizzazione totale di questi servizi è sempre più concreto.
Stiamo anche iniziando a constatare i disastrosi effetti della Valutazione del Personale:
in sistemi molto disomogenei come quello Universitario, è impossibile, infatti, abbinare valutazione e meritocrazia.
Per fare un esempio, il Personale è valutato da propri colleghi nelle amministrazioni centrali e da docenti nelle Strutture decentrate .
Si hanno addirittura casi, come nei Centri di Servizi Bibliotecari, in cui il valutatore è un dipendente di Categoria D, quindi neppure un Vice-Dirigente, in palese contrasto con la normativa.
I Cobas Università auspicano un collegamento sempre più efficace tra mondo della docenza e Personale, in modo da portare avanti battaglie comuni per la difesa di un reale Diritto allo Studio, dei posti di lavoro, della professionalità di tutto il Personale, e di un’ Università pubblica statale all’altezza della tradizione italiana.