Home ›› Enti Locali, Ministeri e Agenzie Statali ›› Documenti Enti Locali

Documenti Enti Locali

LA CONTRATTAZIONE DECENTRATA NEGLI ENTI LOCALI

Il comma 456 della legge n. 147/2013 (la legge di stabilità in Gazzetta Ufficiale a fine anno) alluga al 31 dicembre 2014 i vincoli imposti al fondo per la contrattazione decentrata .. Ogni Ente deve restare dentro il tetto del 2010 e deve calare in proporzione alla riduzione del personale in servizio

Di conseguenza nel 2014 avremo la contrattazione nazionale e decentrata praticamente bloccata, fermi i rinnovi contrattuali e eventuali incrementi del fondo di produttività

Nel 2015 le risorse destinate alla contrattazione decentrata dovranno ridursi in proporzione al personale ridotto e quella soglia sarà il punto di partenza per la contrattazione dei prossimi anni

Di conseguenza, gli Enti che hanno rispettato i patti di stabilità abbattendo la spesa di personale con la speranza di un recupero, si vedranno ulteriormente penalizzati perchè ai tetti di spesa ormai non ci sono più limiti.

14 febbraio 2013 sciopero generale al Comune di Firenze

Uffici deserti, servizi fermi, migliaia di lavoratori e lavoratrici del comune di Firenze hanno sfilato per le vie del centro da P.V. fino alla sede della Corte dei Conti. Un corteo unitario, colorato ma compatto e determinato come non si vedeva da quasi venti anni. Questa è solo la prima risposta dei lavoratori e delle lavoratrici del Comune di Firenze all'aggressione al salario e ai diritti sindacali, altre ne seguiranno.
Non si illudano, Sindaco, politici, Corte dei Conti, non rinunceremo mai a difendere il nostro salario, la nostra dignità, i nostri diritti.

Cobas Comune di Firenze

Lettera all'amministrazione comunale di Palermo

Al Sig. Sindaco del Comune di Palermo Prof. Leoluca Orlando

Ai Sig.ri Assessori

Ai Sig.ri Consiglieri Comunali

Sig. Sindaco, il suo successo elettorale, oltre al consenso e seguito personale, è conseguente al desiderio di cambiamento che la cittadinanza e la stragrande maggioranza dei Lavoratori del Comune hanno maturato a seguito della cattiva politica della precedente amministrazione il cui specchio era il mal funzionamento di tutta la macchina comunale. E’ comprensibile che nel giro di pochi mesi non si può rimediare a tutte le storture precedentemente provocate e che ci vuole una forte senso di collaborazione di tutti i lavoratori e dei loro rappresentanti in vista di un reale cambiamento, ma i segnali che arrivano a noi lavoratori non sembrano indirizzati in quella prospettiva.

 

Dal Cobas Empoli Valdelsa - Sull'Unione dei Comuni

L'Unione dei Comuni Circondario dell'Empolese Valdelsa comprende undici comuni (Capraia e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Empoli, Fucecchio, Gambassi Terme, Montespertoli, Montaione, Montelupo Fiorentino e Vinci).

Andrà a sostituire il Circondario e costituirà a tutti gli effetti un nuovo ente con Presidente, Giunta e Consiglio.

Eserciterà alcune funzioni fondamentali di interesse pubblico (gestione dei rifiuti, catasto, pianificazione urbanistica, protezione civile, polizia municipale, servizi sociali etc.)

L'Unione dei Comuni è stata sbandierata come soluzione ottimale per la riduzione della spesa pubblica.