Home ›› ARCHIVIO ›› LEGISLAZIONE ›› Normativa generale

Normativa generale

Normativa generale

 

Normativa
FINANZIARIE
Finanziaria 2010 Finanziaria 2010 Per tutti
Finanziaria_2008 Finanziaria 2008 Per tutti
Finanziaria_2007 Finanziaria 2007 Per tutti
Finanziaria_2006 Finanziaria 2006 Per tutti
Legge n. 289 del 27 dicembre 2002 Finanziaria 2003 Per tutti
Relazione previsionale L'economia italiana nel 2003 - relazione previsionale e programmatica Per tutti
Legge finanziaria 2001 Finanziaria 2001 Per tutti
MERCATO DEL LAVORO E COLLOCAMENTO
Collegato del lavoro Testo approvato alla Camera il 19 ottobre 2010 Per tutti
Legge n. 30 del 14 febbraio 2003 Delega al governo in materia di occupazione e mercato del lavoro. Mercato del lavoro
Per tutti
Disegno di legge n. 848-B del 31 ottobre 2002 Delega al governo in materia di occupazione e mercato del lavoro. Mercato del lavoro
Per tutti
Legge Biagi - 2003 Delega al governo in materia di occupazione e mercato del lavoro. Mercato del lavoro
Per tutti
Decreto Legislativo n. 297 del 19 dicembre 2002 Disposizioni modificative e correttive del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, recante norme per agevolare l'incontro tra domanda e offerta di lavoro, in attuazione dell'articolo 45, comma 1, lettera a) della legge 17 maggio 1999, n. 144 Collocamento ordinario
Per tutti
Decreto Legislativo n. 220 del 2 agosto 2002 Norme in materia di riordino della vigilanza sugli enti cooperativi, ai sensi dell'articolo 7, comma 1, della legge 3 aprile 2001, n. 142, recante: "Revisione della legislazione in materia cooperativistica, con particolare riferimento alla posizione del socio lavoratore" Enti cooperativi
Decreto legge del 11 aprile 2002: modificativo del DL del 21 aprile 2000 Revisione e razionalizzazione delle procedure del collocamento, misure di promozione all’inserimento nel mercato del lavoro Mercato del lavoro e collocamento
Per tutti
LAVORO A TEMPO PARZIALE: PART-TIME
Decreto Legislativo n. 100 del 26 febbraio 2001 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 61, concernente l’attuazione della direttiva 97/81/CE relativa all’accordo-quadro sul lavoro a tempo parziale concluso dall’UNICE, dal CEEP e dalla CES. Per tutti
Decreto Legislativo n. 61 del 25 febbraio 2000 Attuazione della direttiva 97/81/CE relativa all’accordo quadro sul lavoro a tempo parziale concluso dall’UNICE, dal CEEP e dalla CES.
LAVORO A TEMPO DETERMINATO
Decreto Legislativo n. 368 del 6 settembre 2001 Attuazione della direttiva del Consiglio del 28 giugno 1999, n. 1999/70/CE relativa all'accordo quadro CES, UNICE, CEEP sul lavoro a tempo determinato Per tutti
LAVORO NOTTURNO
Legge n. 25, art. 17 del 5 febbraio 1999 Normativa sul lavoro notturno Per tutti
SICUREZZA
Provvedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri del 5 giugno 1996 Testo del contratto collettivo quadro in merito agli aspetti applicativi del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, riguardanti il rappresentante per la sicurezza. Per tutti
Accordo per l'applicazione della 626 nella Sanità Privata ACCORDO COLLETTIVO NAZIONALE in merito agli aspetti applicativi del D.Lgs 19 settembre 1994, n.626, così come modificato e integrato dal D.Lgs.19 marzo 1996, n.242, riguardanti il <<rappresentante per la sicurezza>> nelle strutture sanitarie private associate A.0I.O.P., A.R.I.S., F. P. J. DON C.GNOCCHI. Sanità Privata
MATERNITA' E PATERNITA'
Decreto Legislativo n. 151 del 26 marzo 2001 Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53 Per tutti
SCHEDA INFORMATIVA: TUTELA DELLA MATERNITA' E DELLA PATERNITA'
DIRITTO DI SCIOPERO
Legge n. 146 del 12 giugno 1990 Norme sull'esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e sulla salvaguardia dei diritti della persona costituzionalmente tutelati. Istituzione della Commissione di garanzia dell'attuazione della legge. Per tutti
Legge n. 83 del 11 aprile 2000 Modifiche ed integrazioni della legge 12 giugno 1990, n. 146 in materia di esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e di salvaguardia dei diritti della persona costituzionalmente tutelati.
LO STATUTO DEI LAVORATORI
Legge n. 300 del 20 maggio 1970 NORME SULLA TUTELA DELLA LIBERTÀ E DIGNITÀ DEI LAVORATORI, DELLA LIBERTÀ SINDACALE E DELL'ATTIVITÀ SINDACALE NEI LUOGHI DI LAVORO E NORME SUL COLLOCAMENTO Per tutti

I COBAS hanno convocato, insieme alla CUB, all’USI e all’ADL Cobas, lo sciopero generale di tutto il lavoro dipendente, pubblico e privato, per l’intera giornata di venerdì 14 novembre. Insieme a noi promuoveranno lo sciopero, rendendolo generalizzato e sociale, anche numerose strutture dei Centri sociali e del territorio, comitati e coordinamenti dei precari, organizzazioni studentesche nazionali e locali.

Vogliamo coinvolgere nello sciopero – e nelle manifestazioni che si svolgeranno nelle principali città – anche parti significative del piccolo lavoro “autonomo”, schiacciato dalla crisi almeno quanto quello dipendente, i giovani delle partite IVA e delle decine di tipologie di precariato, e pure chi non può scioperare nelle forme tradizionali, chi non ha neanche un contratto o che addirittura lavora gratuitamente.

Continua

Anche se a tutt'oggi non è stato firmato il decreto che proroga il blocco dei contratti dei dipendenti pubblici non c'è da sperare in una ripresa della contrattazione nazionale, considerato che manca completamente la copertura finanziaria. Scatta quindi da aprile la corresponsione dell'indennità di vacanza contrattuale?
Dal punto di vista prettamente giuridico SI, eppure con il Dl 98/2011 il legislatore ha demandato all'emanazione di uno o più regolamenti per la proroga fino al 31/12/2014 di tutte le norme che limitano i trattamenti economici dei dipendenti della PA oltre che per la revisione delle modalità di calcolo dell'indennità di vacanza contrattuale.
Tirando le fila quindi, allo stato attuale non ci sono norme che vietano la corresponsione dell'indennità nello stipendio di aprile, eppure si paventa l'ipotesi dell'emanazione del regolamento in questione oltre la data di chiusura degli stipendi, con la conseguenza di dover recuperare nello stipendio di maggio le somme liquidate.

Continua